Pro Tour…pro nessuno

5737fc9073223f6a350ea486bb1114e6.jpgDuro braccio di ferro tra l’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) e le società organizzatrici dei grandi giri. Così come è strutturato ora il pro-tour rende poco autonomi gli organizzatori in merito alla partecipazione delle squadre e non solo. Il cilismo è diverso dalla Formula 1 dove Ecclestone ha potere illimitato su organizzatori e piste. Saranno le solite minacce, tuttavia quest’anno potrebbero rimanere fuori dal pro-tour Tour, Giro, Vuelta, San Remo, Lombardia e altre corse ancora. Un bel pro-tour col Giro di Polonia (senza offesa) o con quello di Germania me lo voglio proprio gustare!!!

Pro Tour…pro nessunoultima modifica: 2007-11-24T13:09:26+01:00da previtonso
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Pro Tour…pro nessuno

  1. A questo punto tutti e dico tutti ! Dirigenti U.C.I. – A.c.c.p.i. e Team manager delle squadre proff dovrebbero incontrarsi e stabilire delle regole che non danneggino nessuno! Dove per nessuno intendo Organizzatori delle gare- ( i quali dovrebbero avere + libertà nell’invitare squadre squadre anche non in classifica del pro tour) corridori, questo per dare possibilità anche a squadre minori con poca visibilità e quindi pochi sponsor, se pur con atleti che questa visibilità la meriterebbero. E poi darsi una struttura interna in seno ai team dove sia effettivamente neccessario un riconoscimento (tesserino) con incarico in seno alla stessa per gravitare e operare in seno al team! Tipo squadra di calcio per intenderci , dove non entri in campo se non hai una tessera con incarico in seno alla squadra. Questo darebbe un assetto piu organico e riconoscimento a tutti gli operatori dell’ambiente che spesso operano come perfetti sconosciuti in seno ai team! Limitando anche a operatori poco seri di gravitare intorno all’ambiente, rendendo sempre e comunque responsabili tutti i componenti del team – manager – staff medico – massaggiatori-meccanici. Questo secondo me riporterebbe pian piano al risanamento di questo nostro sport bellissimo che si è addossato ultimamente tutte le colpe di mali ( vedi doping- con scarse prese di posizione dei vertici a difesa dell’ambiente) che vivono in tutti i grandi e non sport piu o meno visibili.

I commenti sono chiusi.