Gimondi ed il Cannibale

b18736c73729f2e91019263eab0ceeb2.jpgInauguro oggi la sezione Ciclo Song, dedicata alle migliori melodie e canzoni dedicate al mondo del ciclismo. Mi sembra quanto meno scontato non iniziare con la mia preferita:

Gimondi e il Cannibale – Enrico Ruggeri (da “L’uomo che vola”, 2000)
Il racconto in musica dei duelli tra  “Il Cannibale
Eddy Mercx” e Felice Gimondi scritto per l’edizione 2000 del Giro d’Italia. Questo brano è una sintesi del Ciclismo, l’atmosfera della sfida tra il favorito e l’antagonista che non sa più a che santo votarsi per vincere. Testo e musica si mescolano in un corpo unico: parole come « E tu che mi vuoi lasciare, non ci provare, non mi staccherò…….non ti voltare, sai che ci sarò». Il ritmo incalzante e la voce di Ruggeri fanno il resto. Diciamoci la verita: a chi sentendola non viene in mente di mordere la strada ed affrontare la sfida…CICLISTICA E NON:)?

Le parole tuttavia non bastano per descrivere la pelle d’oca nell’ascoltare questi 4.42 minuti. 


Gimondi ed il Cannibaleultima modifica: 2007-10-16T09:59:46+02:00da previtonso
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Gimondi ed il Cannibale

  1. …Quando la strada sale, non ti voltare, sai che ci sarò.
    E’ da brividi.
    Non sono una ciclista purtroppo, sono solo un’appassionata e un’insegnante di spinning(seguo le ultramaratone di solito)…posso linkarti? Complimenti per il blog:)

  2. ciao!
    anch’io sono un’appassionata di ciclismo, da quando ero piccolina….credo di aver visto prima il giro d’Italia dei cartoni animati! ho il cd di questa canzone….bella!
    visto che condividiamo la stessa passione ti aggiungo alla lista dei friends sul mio blog!
    a presto e w il ciclismo !!!!!!!!!!!!
    ciao!

I commenti sono chiusi.