Ciclismo: Ivan Basso “Ritorno nel 2009 in maglia Liquigas”

Una bella notizia di ciclismo è apparsa ieri l’altro: Ivan Basso tornerà a correre in maglia Liquigas al termine della sua squalifica per doping dichiarato e per il coinvolgimento nell’operation puerto. Leggendo l’intervista di Perna sulla Gazzetta si capisce subito l’entusiasmo del ciclista varesino di Cassano Magnago che in questi mesi si è comunque allenato molto alternando anche le iniziative benefiche per l’associazione Intervita di cui è testimonial. Serenità ritrovata grazie alla sua famiglia ed al manager (ex compagno di squadra e campione olimpico a Barcellona 92) Giovanni Lombardi che ha colto al volo l’occasione per un rientro in grande stile. Stile anche come uomo quando alla domanda:  

Nessun rancore per quello che capitò a Strasburgo, quando la squadra la allontanò alla vigilia del Tour 2006?
“Nella vita esiste il perdono. Chi non sa perdonare, è privo di virtù. La mia epoca alla Csc comunque era chiusa definitivamente”.

E’ invece notizia di ieri il fatto che, per aver messo sotto contratto Basso durante il periodo di squalifica, la Liquigas è uscita dall’Aigcp (l’associazione internazionale dei gruppi ciclistici professionisti) ponendo fine a quella diatriba che già da tempo coinvolgeva diverse squadre che avevano aderito al codice etico (fa ridere pensare che uno dei firmatari di allora fosse Manolo Sainz!)

Le cifre: visto che di solo pedale non si vive…nell’ambiente circolano le voci su un ingaggio dai 500 ai 700 mila euro a stagione. Cifre che il vecchio Basso sicuramente valeva ma che forse appaiono un po elevate oggi (anche se un calciatore mediocre prende anche il doppio).

Ora si riparte da zero ….pensando ancora di essere allievi come in quel lontano 1994 come ci testimonia questo bel video ed in cui ci sono parecchi protagonisti attuali:

Ciclismo: Ivan Basso “Ritorno nel 2009 in maglia Liquigas”ultima modifica: 2008-04-26T11:35:56+00:00da previtonso
Reposta per primo quest’articolo